Ti trovi in: Home page News Progetti | Eventi Presentazione del Progetto MasterTown

Presentazione del Progetto MasterTown

07/10/2016

Venerdì 7 ottobre, nella Sala delle Feste di Palazzo Sanvitale (Piazzale Sanvitale 1), si è tenuta la presentazione di MasterTown, progetto di rigenerazione urbana applicato al nucleo storico di Parma e all’alveo del torrente che l’attraversa.


IL PROGETTO MASTERTOWN

Il laboratorio Mastercampus dell’Università di Parma, con il sostegno di Fondazione Monteparma, ha prodotto il Progetto Mastertown di rigenerazione del centro storico della città. Un’iniziativa che la Fondazione ha promosso, congiuntamente all’Università, preso atto che l’Amministrazione Comunale intendeva intraprendere un percorso di profondo rinnovamento delle politiche urbanistiche e territoriali volto allo sviluppo coerente e sostenibile del territorio.

In questo senso è apparso particolarmente utile ed opportuno allinearsi con gli obiettivi previsti dalla Strategia Europea 2014-2020 in materia di occupazione, innovazione, istruzione, integrazione sociale e clima/energia, ponendo al primo posto la crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva, che riconosce alla città un ruolo decisivo e strategico per promuovere la competitività territoriale.

"I centri urbani sono andati perdendo progressivamente il loro carattere attrattivo– commenta Roberto Delsignore, Presidente di Fondazione Monteparma –per divenire luoghi dove ci si misura quotidianamente con problemi di sicurezza, viabilità e vivibilità.Fondazione Monteparma, da sempre impegnata nella promozione dello sviluppo locale, ha sostenuto con convinzione il progetto Mastertown, che si propone di invertire questa tendenza mediante un’approfondita analisi delle criticità e un’efficace piano di promozione delle specifiche potenzialità che caratterizzano il centro storico di Parma, l’Oltretorrente e l’alveo del torrente che lo attraversa.”

In stretta collaborazione con il Comune di Parma, peraltro impegnato in tal senso attraverso il Piano Strategico, un gruppo di lavoro eterogeneo composto da docenti e giovani ricercatori provenienti in particolare dai Dipartimenti di Ingegneria Civile, Ambiente, Territorio e Architettura, Economia, Bioscienze, Ingegneria dell’Informazione e Industriale, Lettere, Arte, Storia e Spettacolo si è dedicato all’individuazione di criteri e pratiche operative di progetto sul contesto del centro storico della città, dove si manifestano diverse criticità legate al depauperamento funzionale, alla crisi del settore commerciale e alla percezione della sicurezza. Una strategia progettuale che vuole agire soprattutto attraverso la liberazione sistemica delle potenzialità già presenti: il ruolo dello spazio pubblico, le emergenze monumentali, le vocazioni funzionali, economiche e sociali dei luoghi coinvolti dove anche le politiche di marketing e branding urbano siano supportate e tradotte in realtà da efficaci e concrete pratiche di intervento.

Il progetto presenta un’articolazione basata su tre focus tematici:il Centro Ritrovatoquale ambito monumentale e turistico, motore del sistema commerciale e luogo dei principali fattori identitari e rappresentativi della città;l’Oltretorrente del Giardinoquale laboratorio di sperimentazione socio-economica del tessuto storico urbano in stretta connessione con la funzione universitaria;il Parco Fluvialeche interessa l’ampio sistema longitudinale a carattere naturalistico del torrente Parma dove individuare potenzialità che investono le funzioni del tempo libero, dello sport, della ruralità urbana. Ogni tema ha visto al proprio interno la messa a punto di diverse proposte tra loro correlate, capaci di creare un vero e proprio sistema di supporto ai processi di rigenerazione del nucleo storico della città. Il lavoro, partito alla fine del 2014, ha visto la partecipazione di numerose associazioni, operatori economici, cittadini e semplici utilizzatori della città storica, chiamati ad esprimere il loro punto di vista sia sulle criticità riscontrate nel proprio quotidiano ma soprattutto su ciò che si auspicherebbe e ci si potrebbe aspettare da interventi mirati in un’ottica di costo beneficio ottimale.

In questo contesto di chiara percepibilità, Comune di Parma, Università e Fondazione Monteparma possono così trasmettere il valore di una collaborazione istituzionale sviluppata nell’interesse della città, della sua crescita e del suo futuro.