You are here: Home page MasterTown

MasterTown

MasterTown riguarda un progetto strategico di rigenerazione urbana applicato al nucleo storico di Parma e all’alveo del torrente che l’attraversa, con riferimento alla metodologia sviluppata attraverso il progetto MasterCampus dell’Università degli Studi di Parma. A partire da questo presupposto, i temi progettuali vengono individuati attraverso un’analisi che si avvale di un sistema integrato di competenze da cui derivare anche la pluralità delle azioni di progetto necessarie sia ad affrontare le criticità sia a valorizzare le potenzialità rilevate. 

La fase di crescente criticità che investe il nucleo storico della città - una sorta di vera e propria periferizzazione del centro – rischia di mettere in crisi l’intera struttura centrica della città, uno dei fattori prevalenti del carattere della città occidentale, in particolare di medie dimensioni e del contesto europeo, che la rende riconoscibile e attrattiva a livello globale.

Rispetto a questo fenomeno, la strategia di intervento, necessariamente a carattere interdisciplinare, investirà quelle risorse innanzitutto preesistenti e disponibili quanto non valorizzate che sono in grado di invertire il trend di decadimento del nucleo storico della città, ingenerando processi virtuosi e sinergici supportati da proposte motrici concrete, caratterizzate da innovazione, fattibilità, valore identitario. Non solo, il prodotto-città di MasterTown, nel contesto della città medio-piccola, rappresenta la rimessa in gioco del centro storico rispetto alla città diffusa delle periferie - quella in cui l’effetto urbano tende a scomparire a fronte di un generico relativismo insediativo - quale riferimento orientativo oltre che identitario e di appartenenza comunitaria.

Gli ambiti geograficamente referenziati di MasterTown sono tre, distinti attraverso titoli allusivi:

  1. il settore est del centro storico quello storiograficamente definito “città nuova” per il continuo trasformarsi monumentale sotto la spinta delle istanze istituzionali più importanti presenti nei secoli a partire dalla fondazione del foro romano – Il centro ritrovato;
  2. il settore ovest dell’Oltretorrente, il borgo espansivo e produttivo della città già in fase tardo romana e alto medievale, ambito del giardino e dell’ospedale storici nonché di un tessuto urbano e sociale a carattere popolare in forte trasformazione – L’Oltretorrente del giardino;
  3. l’alveo del torrente Parma, in particolare nel tratto di attraversamento del centro, idoneo a suscitare tematiche ambientali, paesaggistiche e di fruizione urbana alternativa – Il parco fluviale;

All’inizio dell’elaborazione critico-propositiva del progetto MasterTown, si è ricorsi ad una fase di osservazione e disponibilità all’ascolto orientata a cogliere alcune testimonianze di protagonisti che animano la scena urbana. Abitanti, studenti, commercianti, artigiani, imprenditori, amministratori ecc. ecc. vengono invitati quali testimonial leaders, non nel senso comune del termine in ambito massmediologico, ma per come hanno dato prova nel mettersi in gioco rispetto alle criticità che caratterizzano la vita del centro storico della città. Protagonisti non istituzionali o legati a responsabilità di rappresentanza, con i quali per altro si attiveranno canali di informazione e confronto diretti, ma sicuramente significativi in termini di esperienza personale calata nel concreto dei fenomeni urbani analizzati. Il momento di “osservazione e ascolto” si è svolto all’interno di un workshop (ricercatori-studenti-tecnici) a partecipazione aperta da cui derivare materiale di riflessione ed elaborazione critica per la definizione di un primo quadro di prefigurazione degli obiettivi di progetto.

A seguito di questa prima fase preliminare di avanzamento, il Laboratorio MasterCampus-Lab che produce la ricerca MasterTown, ha attivato un rapporto di scambio continuativo con lo staff del Comune di Parma portatore della progettualità in atto sui diversi temi e attraverso i diversi settori coinvolti. Un supporto a cui si aggiungono quelli di altri enti ed istituzioni cittadine comunque coinvolti nei temi trattati. Il processo progettuale nella sua interezza si è sviluppato in un arco di tempo di quattro mesi tra analisi, elaborazione dati, formalizzazione delle proposte progettuali comprese di una prima valutazione economica. Il livello di definizione raggiunto è pari a quello di un progetto preliminare articolato, descritto e motivato in chiave esemplare, sottoponibile al vaglio per l’attribuzione di finanziamenti, la definizione programmatoria, la ricerca di attori coinvolgibili. Un punto di partenza per ulteriori focalizzazioni progettuali e programmi operativi.